top of page

Esami alla Chesterton

Gli alunni del liceo delle Scienze Umane hanno affrontato un’intensa settimana di esami, dal 7 al 10 gennaio. I professori hanno scelto di fermarsi con le lezioni e svolgere questo momento di verifica intermedio, per dare l’opportunità ai ragazzi di mettere alla prova le loro abilità e il loro livello di preparazione, ma anche per dar loro la possibilità di misurarsi con le proprie difficoltà e i propri punti di forza. Insomma, come ci piace che avvenga sempre alla Chesterton, lo scopo è innanzitutto educativo. I ragazzi hanno trascorso le vacanze natalizie a ripassare gli argomenti studiati da settembre ad oggi, dimostrando impegno e responsabilità. Il prossimo traguardo che li aspetta sarà l’esame di fine anno. Riportiamo di seguito il racconto di un’alunna del II liceo.

Claudia Pavone, insegnante di Scienze Umane

Questa settimana, noi alunni del liceo delle scienze umane, abbiamo affrontato una settimana di esami. Essendo il mio primo anno alla scuola Chesterton, è stata anche la prima volta che sostengo degli esami. Noi ragazzi abbiamo saputo poco prima delle vacanze di Natale che avremo avuto gli esami. Scoprire che avremmo dovuto trascorrere le vacanze a studiare non è stato molto entusiasmante… anche perché il primo giorno d’esame corrispondeva al nostro rientro dalle vacanze natalizie. Prima di entrare nell’aula in cui ci avrebbero esaminato, ci siamo aiutati in classe a ripassare, a coppie o a gruppi. Quando poi varcavamo la soglia della stanza, eravamo consapevoli che non si poteva più tornare indietro: avrebbe contato solo ciò che era stato fatto fino a quel momento. Uscivamo dall’aula con un peso in meno, dicendo al compagno successivo quello che ci era stato chiesto, se avevamo risposto e che risposta avevamo dato. La cosa che mi ha accompagnato durante tutta la durata degli esami? Tanta ansia ma anche tanta soddisfazione. Ancora non conosco i risultati ma, complessivamente, posso dire di essere andata abbastanza bene… a parte qualche ‘’piccolissimo’’ sbaglio durante il compito scritto e l’orale di matematica. È stata comunque una bella esperienza. Questi esami sono serviti ai professori per capire se il nostro metodo di studio e il livello della nostra preparazione sono adeguati, ciò nonostante sono cosciente che il valore del numero che ci sarà assegnato non equivale al nostro valore personale.

Rebecca Venturini, II Liceo delle Scienze Umane

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page