top of page

L'alberghiero sbarca a Barbalbero




Martedì 12 dicembre l’alberghiero G.K.Chesterton è andato a fare una visita all’asilo Barbalbero. Durante il viaggio ci dovevamo preparare per farci trovare belli e vestiti con la nostra divisa da cuochi . Appena siamo arrivati abbiamo subito affrontato il problema del parcheggio ma nonostante ciò siamo riusciti a trovarlo. Poco dopo aver parcheggiato siamo entrati nell’asilo e appena i bambini ci hanno visto hanno iniziato a sorridere perché erano felicissimi di fare questo laboratorio. Prima di iniziare a fare i dolci ci siamo presentati ai bambini e oltre a fare qualche chiacchera abbiamo dato “il 5” a tutti. Dopo questo momento abbiamo iniziato a fare i dolci: biscotti con dentro una forma di vetro a forma di stella. Io, Gerardo e Ilaria siamo andati dai bambini ad aiutarli con il dolce. Innanzitutto abbiamo preso una parte dell’impasto per dolci e i piccini hanno iniziato a stenderli con le loro manine, dopodiché hanno preso le formine(stella, albero) e le hanno messe sopra il loro impasto in modo tale da creare delle forme. Dopo aver cotto i biscotti i bambini sono rimasti stupiti dal loro lavoro e hanno iniziato a fare i complimenti. A me sinceramente è piaciuto questo laboratorio perché abbiamo collaborato insieme a loro e perché ci siamo divertiti molto. 

Niccolò Bresancin, III superiore 

 

Martedì 19 siamo andati, per la seconda volta con l’ alberghiero G.K.Chesterton al centro per l’ infanzia Barbalbero. Quando siamo andati la settimana scorsa ci siamo divertiti con i bambini a fare i biscotti con gli stampi. Questa volta siamo arrivati e i bambini appena ci hanno visto riconoscendoci si sono eccitati, e autonomamente si sono messi attorno al tavolo. 

La ricetta di questa settimana erano i plumcake con  

all’interno delle stelline rosa. Il laboratorio pratico è consistito nel far coprire la superfice dei dolcetti ai bambini con la cioccolata fusa, poi nel decorare con zuccherini colorati. Le steline di avanzate le abbiamo fatto tritare con i coltelli di plastica. Nel frattempo non c’eravamo accorti che erano le 11:00, quindi sia noi che i bambini dovevamo tornare alle nostre attività usuali. 

Questa volta mi sono divertto di più anche perché i bambini, avendo preso confidenza, erano più partecipi ed erano contenti di usare la cioccolata fusa e di stare con noi. E’stata una mattinata speciale e divertente. 

Gerardo Candalino, III superiore 




7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page